La Scuola Medica Salernitana

 sentenziava che:

 

 

 

 

Sunt nutritiva plus dulcia candida vina.

(Pi del grosso e colorato nutre il vin bianco e melato.)

 

Si vinum rubeum nimium quandoque bibatui;

venter stipa tu, vox limpida turbificatur.

(Il vin rosso, a chi sovente lo bve troppo allegramente,

stringe il ventre ed anche nuoce al metallo della voce.)

 

Gignit et humores melius vinum meliores:

si fierit nigrum,corpus reddit tibi pigrum.

Vinum sit clarum, vetus, subtile, matuum,

ac bene lymphatum, saliens, moderamine sumtum

(Soglion gli ottimi liquori generar ottimi umori.

Per il vin nero ti avverte ch'egli rende il corpo inerte.

Il vin sia maturo, annoso, legger, limpido e spumoso;

ma lo annacqua e mai nol bere fuor che in modico bicchiere.)

 

Vina probantur odore, sapore, nitore, colore.

Si bona vina cupis, haec quinque probantur in illis:

fortia, formosa, fragrantia, frigida, frisca.

(Fan palese il vin sapore, limpidezza, odo, colore.

Se il buon vino conoscer brami, cinque cose ei ti richiami:

sia formoso, sia fragrante, forte sia, fresco e frizzante.)

 

 

Torna al testo